4 benefici dell’aromaterapia nelle SPA

la spa e gli oli essenziali

Aromaterapia: una di quelle parole che, da sole, bastano ad evocare un intero plateau di suggestioni. L’aromaterapia è tra le offerte più comuni in una SPA, anche di lusso, ma sovente se ne parla in termini approssimativi. E molte SPA si limitano a usare un po’ di oli essenziali lasciando il resto alla suggestione.

La vera aromaterapia, però, è tutt’altra cosa. È’ un lavoro minuzioso per creare la giusta sinergia tra ambiente ed odori, ma anche fornire un’esperienza olfattiva autenticamente rigenerante.

Aromaterapia significa usare gli oli essenziali ai quali sono legati precisi effetti terapeutici, ed usarli in abbinamento a trattamenti wellness. Ecco 4 evidenti benefici dell’aromaterapia nelle SPA e nei centri benessere.

1. odore è memoria

Quante volte un odore ci ha riportato indietro di anni, persino di decenni? “l’odore e il sapore restano [..] a lungo, come anime”, scriveva Proust, ed oggi la scienza ci conferma quanto un odore sia potente nell’attivare la memoria episodica, ovvero quella memoria dove convivono sensazioni, emozioni ed immagini. Emergendo in un solo istante.

Immergersi negli odori, dunque, puo voler dire agganciarsi a vecchi ricordi ma anche creare nuove connessioni con stati di benessere e relax, “àncore”, come dicono in PNL.

2. Gli oli essenziali sono attivatori e ricchi di proprietà

Ogni singolo odore, ogni singolo aroma ha in aromaterapia un suo uso privilegiato. Il gelsomino, ad esempio, è delicato ma leggermente afrodisiaco, l’eucalipto è balsamico, il geranio è diuretico ed astringente.

3. Gli odori facilitano il relax e allontanano lo stress

Come per la meditazione, cui spesso si associano particolari incensi, anche in una spa gli odori aiutano a calarsi in una dimensione più sensoriale, abbandonando il trambusto dei pensieri e della mente. Immersi in una sauna finlandese tra fragranze baslsamiche penetriamo in una dimensione pienamente olfattiva, allontanandoci dal trambusto dei pensieri.

4. L’aromaterapia rinforza alcune pratiche e strumenti del wellness

Gli oli essenziali possono dare una marcia in più a numerosi trattamenti benessere. Nella sauna, ad esempio, si usano essenze balsamiche e rinfrescanti come la menta e l’eucalipto. Per i bagni di fieno, invece, si ricorre volentieri alle erbe alpine, mentre ogni massaggio specifico può essere affiancato anche da una particolare combinazione di oli. Ad esempio il Tea Tree Oli è ottimo per manicure e pedicure nel combattere funghi e altre affezioni della pelle. Lo ylang-ylang, invece, ha una ricaduta benefica sul sistema nervoso ed è considerato un buon calmante.

Leave a Reply